Quella morfina tra le corsie